Pensieri…ansie….

5

Manca ancora un po’ al giorno del mio secondo parto ma nella mia testa iniziano ad affollarsi alcuni di pensieri legati al dopo e alla creazione di un nuovo equilibrio all’interno della nostra famiglia.

panico-ansia

Quando ero incinta di Pupa non avevo tutti questi pensieri, le mie amiche che ci erano già passate mi dicevano che un figlio crea un grosso stravolgimento all’interno della coppia ma non me ne preoccupavo, tutte mi dicevano che avremmo iniziato a litigare per qualsiasi cosa (noi in genere litighiamo molto poco, discutiamo, ma litigare per cause “nostre” raramente ) e la verità è che ci siamo trovati a discutere animatamente anche alle 4 di notte (credo sia normale…).

Ma la cosa bella è che entrambi siamo sempre stati consapevoli che sarebbe stata solo una fase, un periodo passeggero, perché in realtà ci stavamo trasformando da coppia a famiglia e questa era la cosa più bella che ci poteva accadere.

Adesso invece, che mamma lo sono già, i miei pensieri hanno quasi tutti Pupa come filo conduttore  visto che le preoccupazioni legate a lei e alla nascita della sua sorellina nella mia testa sono parecchie.

Partiamo dalla prima: come fare per far si che l’amore che in questo momento lei ha sviluppato nei confronti della mia pancia non si affievolisca a causa della gelosia alla quale molto probabilmente andrà incontro?

Già Pupa non ha un carattere facile che fa si che spesso se la prenda per niente, chissà cosa succederà quando in casa saremo in quattro? Il suo carattere migliorerà o peggiorerà?  Me la farà pagare per averla tolta dal centro della scena o la gioia data dalla nascita della sorellina sarà sufficiente a colmare questa perdita d’importanza?

Io sto cercando di coccolarla e di ricordarle che anche se arriverà la sorellina per noi lei sarà sempre importante e spero che questo lento, ma continuo, lavoro porti dei risultati su di lei.

Altro pensiero: noi abbiamo sempre praticato il co-sleeping un po’ perché dopo i primi periodi difficili con Pupa, di comune accordo con il Fidanzato, abbiamo deciso che per ritornare il più in fretta possibile ad un equilibrio la soluzione più “facile” era quella di dormire tutti e tre insieme e così abbiamo fatto. La verità però è che Pupa dal nostro letto non è ancora uscita e non mi sembra questo il momento giusto per cambiare le sue abitudini, così come non nascondo che l’idea di essere tutti insieme nella stessa stanza anche quando arriverà la sorellina non ci dispiace e a questo punto la domanda sorge spontanea, come ci potremo organizzare per dormire tutti e quattro insieme?

In internet ho provato a vedere quali potevano essere le soluzioni praticabili e l’occhio è caduto su una culla che si applica al letto (Culla Belly) e in questo momento mi sembra la soluzione migliore che ci permetterebbe di non turbare troppo l’equilibrio che abbiamo creato con Pupa (così lei potrebbe continuare a dormire al centro del nostro letto). Sarà la soluzione migliore?

Sono forse troppo paranoica? Sono pensieri normali quando si affronta la seconda gravidanza?
Chi mi aiuta e mi racconta come ha affrontato l’arrivo di un fratellino/sorellina e mi aiuta a capire se sto facendo le scelte giuste ‘ (es. Culla Belly)

Discussion5 commenti

  1. Se sei paranoica tu allora vuol dire che lo sono anch’io perchè mi sto facendo le tue stesse domande…sul co-sleeping poi non ne parliamo che anche qui siamo in alto mare!!

  2. sono pensieri normalissimi, o almeno i miei erano gli stessi. ora i miei bimb hanno 2 e 1 anni e ancora non ho trovato tutte le risposte. voto certo a favore per la soluzione della nanna con la culla aggiuntiva. purtroppo, per quel che riguarda la gelosia, la mia esperienza non è delle migliori, ma tieni conto che il mio primogenito aveva solo 13 mesi quando è nato il fratellino, per cui era difficile fargli capire di non viverlo come una minaccia.
    piano piano, io credo, le cose verranno da sè. in bocca al lupo!

  3. ….io ero meno apprensiva di te, conto sull’amore , l’ingrediente che dovrebbe risolvere tutto. Sono bimamma di Valerio 7 anni e Viola 18 mesi. Gestire gelosia,allattamento,notti insonni , giochi e impegni non compatibili x la differenza d’età non è facile, ma sono convinta che non ci siano ricette. Cosleeping con Valerio ancora in atto, ma dorme con papà; per Viola, assolutamente no, dorme nel suo lettino nella stessa stanza accanto a me. Per Valerio è stato un gesto d’affetto nato spontaneamente in quanto non lo vedevamo tutto il giorno, ma per la piccola ora io sono presente 24 ore su 24, e non appena Valerio deciderà di dormire autonomamente , conto di tornare a dormire con mio marito.
    L’unico consiglio che mi sento di dare , è di farti aiutare dal papà o dai nonni, zii,…. per dedicare delle ore esclusive con la primogenita . Io purtroppo non posso contare sulla collaborazione di nessuno …. e questo non aiuta :-(

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.