Il senso del tempo e una “confidenza”

8
questa immagine viene da qui
E’ poco meno di una settimana che sto assaporando una nuova dimensione, quella in cui il tempo si può dilatare e comprimere come meglio preferisco, perché?
Semplicemente perchè sono stata messa ai “riposi forzati” e questo fa si che, anche se tutte le mattine la sveglia suona perchè il Fidanzato deve comunque andare a lavorare e Pupa deve essere portata all’asilo, lo stress se n’è andato e l’umore ne ha giovato parecchio.
Non vi nascondo che nel momento in cui il riposo forzato è diventato operativo un pò di paure mi hanno assalito…perchè? 
Perché chi mi conosce sa che sono una persona iperattiva, sempre in movimento e che ama avere ogni singolo momento impegnato con il rischio poi di arrivare a sera “sulle ginocchia” e di essere comunque insoddisfatta perché in tutto questo “corri corri” qualcosa è sicuramente rimasto indietro!
Gennaio è stato un mese difficile, ho ripreso a lavorare tutto il giorno con conseguente perdita di una parte importante della mia vita: Pupa.
Si perché come già detto in questo post, nel momento in cui si torna a casa alle 18.30 passate, le cose a cui pensare sono tante e purtroppo Pupa non può più essere la sola o comunque quella a cui dedicare più tempo! 
Poi una visita di controllo, il confessare di essere molto stanche, stressate, che le nausee non se sono ancora andate e che la sera dei dolorini si impossessano della mia pancia ha fatto si che colui che mi stava facendo la visita e che mi conosce da molto tempo ormai,  abbia deciso di “forzarmi” a rallentare, obbligandomi a stare a casa e a riposo da adesso fino alla fine…. alla fine di cosa? Fino alla nascita del nostro secondo bimbo o bimba (visto che non abbiamo ancora la certezza di quello che sarà)!
Si l’ho detto, era un po’ che volevo farlo ma forse un po’ avevo paura di rendere pubblica questa notizia, ma ormai non c’è più niente da nascondere, il periodo critico dovrebbe essere passato e quindi, perché non dirlo?
Quello che vorrei riuscire a fare in questi mesi è di dedicarmi alle mie passioni, in primis a questo mio piccolo spazio perché vorrei farlo crescere, farlo diventare una “cosa importante” e per farlo è necessario avere tempo e io ultimamente di tempo ne ho avuto proprio poco.
Poi vorrei tornare a riassaporare lo scorrere del tempo e a pensare un po’ a me stessa visto che credo che per qualche anno io sarò messa un po’ in secondo piano! Spero di riuscirci!

Discussion8 commenti

  1. Che bella notizia!!!!!! ……il nostro corpo sa, di cosa abbiamo bisogno, basta ascoltarlo, soprattutto in momenti come questo….tutto il resto viene dopo! Un abbraccio

  2. Cara Laura congratulazioni per la bella confidenza che hai voluto condividere…così adesso starai a casa come desideravi, per avere più tempo con Pupa e anche riposare che ne hai bisogno sicuramente in questo periodo…ti ricordo con affetto…il pensiero ti arriverà non mi sono dimenticata…Ciao

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.