Diario delle nostre notti

0

La Pupa è nata di sabato e il nostro rientro a casa è avvenuto il martedì seguente. Le prime notti a casa non sono state delle migliori perchè la partenza dell’allattamento non è stata immediata e così io e il Fidanzato le abbiamo passate a litigare per capire cosa fosse più giusto fare per il bene della Pupa: tetta o latte artificiale? Io mi opponevo con tutta me stessa al latte artificiale perchè avevo paura di compromettere la riuscita dell’allattamento mentre il Fidanzato era preoccupato che, se l’allattamento non fosse partito nella maniera corretta, la Pupa ne potesse risentire e così eravamo entrambi preoccupati a dimostrarci che avevamo ragione e nello stesso tempo preoccupati di prenderci cura nella maniera corretta della nostra Creatura. Quando il latte ha fatto la sua comparsa in maniera decisa, stremati dalla settimana un pò “elettrica”, abbiamo ceduto e la Pupa è entrata ufficialmente nel lettone e non l’ha ancora abbandonato. La Pupa però non ha mai avuto un temperamento tranquillo e questa sua agitazione la “perseguita” anche durante la notte, quindi i primi tempi nessuno si accorgeva di questa sua indole perchè essendo un esserino di pochi centimetri anche se si dimenava ognuno di noi aveva il suo spazio. Con il passare del tempo le cose sono cambiate: c’è stato il periodo della dentizione che faceva si che la Pupa verso le 5/6 del mattino emettesse delle urla disumane tali da svegliare me e il Fidanzato (che non si sveglia in piena notte nemmeno se sta per iniziare la terza guerra mondiale….!!!) con un tuffo al cuore perchè non ci rendevamo conto di quello che stava succedendo. Superato questo periodo la Pupa è cresciuta e ovviamente la sua indole “agitata” non è passata, anzi! Sono iniziati calci, testate….fortunatamente il più delle volte la sfortunata vittima di tutto ciò è il Fidanzato ma io non sono totalmente esente (proprio questa mattina mi ha dato una bella testata!). Ma la realtà è che anche se non tutte le nostre notti sono tranquille la Pupa continua a passarle con noi. Stiamo sbagliando? Non saprei, so che fino a quando tutti e tre (io, il Fidanzato e la Pupa) saremo contenti di questa “convivenza” continueremo a praticare il co-sleeping, anche perchè sono e siamo convinti che questi momenti sono unici e che il tempo passa con una velocità tale che forse è bene che la Pupa divida il lettone con noi fino a quando il piacere di averla con noi sarà superiore ai “lividi”… Questo post partecipa al blogstorming

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.