Capricci!!!

5

Questa immagine viene da qui



Ieri è stata una serata impegnativa: la Pupa ha deciso che per lei è arrivata la fase della contestazione (andiamo bene visto che ha solo 2 anni e 1/2!) e così dal momento in cui ho annunciato che la cena era pronta, al momento in cui ho cercato di cambiarla per metterle il pigiama, è stato tutto moltoooo impegnativo!
Iniziamo con la cena:
“Pupa a tavola, vieni a mangiare la pappa”
” Io non voio pappa io voio titti (e chi mi legge sa bene a quale titti facesse riferimento…!!)”
“Dai Amore, prima pappa e poi titti (cerco di fregarla, prima che sia lei a fregare me…si lo so sono un pò ingenua!)”
“No io voio titti”
D’accordo con il Fidanzato decidiamo d’ignorare il suo comportamento e le lasciamo fare la sua sceneggiata mentre noi cerchiamo di mangiare con delle ovvie difficoltà a parlare, visto la lagna che ci accompagnava…
Dopo 10 min (forse meno) il Fidanzato, che fa ancora fatica a reggere il pianto della Pupa per un periodo troppo lungo, cerca di prenderla in braccio ma lei lo respinge, del resto ha detto “io voio titti” e se la mamma non mi da titti ” voio mamma…!”
Va bene, penso, adesso se la prendo in braccio magari riusciamo a concludere in maniera dignitosa la cena e diciamo che in parte il risultato è stato raggiunto perchè qualcosa sono riuscita a farle mangiare e quanto meno l’ho distratta un pò.
A cena terminata pensavo finalmente di godermi un pò di riposo davanti alla tv ma non avevo fatto i conti con il secondo round della Pupa!
Prima di sedermi affornto il solito rituale: mani, denti, pigiama. E al rifuito dei denti dovevo immaginarmi che si metteva male…perchè da li in poi è stao un crescendo: passi per il pannolino che, non so con quale stratagemma, il Fidanzato è riuscito a infilarle, ma quando si è trattato di spogliarla per metterle il pigiama si è scatenato l’inferno.
Dopo una prima sceneggiata ho pensato prima d’ignorarla e poi, se così non ottenevo niente, d’impormi nel mio ruolo di mamma e di metterle il pigiama con o senza la sua approvazione (del resto scene di rifiuto da parte sua ne ho già vissute parecchie!) solo che questa volta il rifiuto è stato accompagnato da dimenamenti vari e calci alla sottoscritta che si trovava danti a lei!
Vi lascio immaginare il mio stato d’animo e a che punto era arrivata la mia pazienza!!
Il Fidanzato vuole metterci del suo e così inizia una mini discussione tra noi che si conclude con la decisione comune d’ignorarla nella speranza che il capriccio si plachi. Ma siccome ciò non avviene e lei piange in maniera decisa con grossi singhiozzi, decido di prenderla in braccio e cerco di calmarla. Ci riesco e finalmente reisco a vestirla (ovviamente ho dovuto cambiare il pigiama perchè quello di Titti, quello vero ovviamente, ieri sera non andava bene, era necessario avere Minnie….!).
Dopo un pò e aggiungo per fortuna nostra, è crollata esausta e noi ci siamo chiesti il perchè di tanta cattiveria, nervosismo, isteria e non so quali altri aggettivi aggiungere per rendere bene il suo stato d’animo!
In realtà oggi, ripensandoci, penso che sia solo una fase della sua vita, penso che sia arrivato per lei il momento di dimostrarci che ha carattere e che non vuole più sottostare a tutte le nostre decisioni. Ma, dico io, non è un pò presto? E soprattutto non può fare un capriccio per volta? Chi c’è già passato mi può aiutare o raccontare la sua esperienza?

Discussion5 commenti

  1. Ciao Laura i nostri figli (per me il secondo) hanno più o meno la stessa età(Nini ha appena compiuto 2 anni) e per questo ti assicuro che le scene coi capricci di cui parli le fa anche lui, senza distinzione dentro o fuori casa.. è uno strazio anche per me a volte, perchè il mio primo non è mmmmaaaaaiiii stato così e quindi certe volte mi ritrovo come te a non saper come affrontare la situazione specialmente quando ti ritrovi in un bar o al supermercato affollato di gente che ti guarda e il tuo piccolo sdraiato per terra urlante semplicemente perchè voleva cambiare la direzione in cui si stava andando…

    • Quelle nei luoghi pubblici sono le situazioni più difficili perchè tutti ti guardano come se li stessi malmenando e invece, come dici tu, magari era solo una questione di direzione!

  2. Non voglio demoralizzarti Laura ma andrà anche peggio. Tira fuori il carattere. I primi capricci sono tremendi. Io un po’ assecondo, un po’ mi impongo! La mia vuole vestirsi da sola da un pezzo e quando è tardi mi tocca assecondarla per non metterci il doppio del tempo. Mi ricordo un anno fa circa (ora ne ha tre e mezzo) una tragedia perché non le piacevano le mutandine nuove che le avevo comprato. Ho inventato che i personaggi disegnati sopra erano suoi amici e da allora sono le sue preferite. Complicate le femminucce… :-)

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.