Blog tank: “Il primo dono che fai a tuo figlio è il nome”

4
Non so se in qualche post ho già scritto del fatto che io e il Fidanzato, quando eravamo piccini (io 14 anni) eravamo già stati “fidanzati”, poi ci siamo lasciati e quando ci siamo ritrovati (ben 15 anni dopo), nella nostra testa c’era l’idea che questa volta avremmo fatto le cose seriamente.
Infatti ricordo che una delle prime volte che siamo usciti a cena, in macchina, di ritorno dal ristorante, lui mi ha detto che avrebbe voluto un figlio da me (non mi dilungo sui particolari di questo momento perché non è questa la sede) e che nella sua testa c’era già anche il nome di questa bimba, si perché per lui avremmo avuto una bimba….(direi che è stato proprio bravo…)
Il nome che lui avrebbe voluto per sua figlia era Ginevra.
Ginevra è un nome importante, carico di significati ma quando lui me lo ha comunicato io a tutto questo non ho pensato di certo, anzi, nella mia testa c’è stata solo l’idea di capire se e quanto quel nome mi piaceva e se poteva essere adatto ad un’ipotetica figlia.
Vi dirò che la mia sensazione è stata subito più che positiva e ho pensato che una bimba sarebbe stata felice di ricevere un nome come quello.
Certo molte persone nel momento in cui sono rimasta incinta mi hanno fatto riflettere sul fatto che un nome del genere presupponeva fare una figlia “bella” perché quel nome portava con sé anche la bellezza.
Fortunatamente ad oggi, mia figlia è una bella bambina (e non lo dico solo io che “sono di parte”) e dopo poco più di tre anni sono ancora soddisfatta e contenta di aver scelto per lei questo nome. 
Quello che spero è che, in un futuro, anche lei sia della mia stessa opinione anche perché al di là del lato “romantico” che c’è dietro alla scelta del suo nome, quando abbiamo effettivamente deciso che quello sarebbe stato il nome di nostra figlia abbiamo pensato anche a cosa voleva dire darle un nome del genere (diminutivi, vezzeggiativi, scherzi con il nome da parte dei compagni a scuola ecc.) e tutti e due, dopo queste riflessioni, siamo rimasti convinti del fatto che la nostra era una buona scelta.
Adesso ci troviamo nuovamente in questa fase visto che a fine luglio (come scritto in questo post) la famiglia crescerà e anche in questo caso la scelta nella nostra testa è già molto chiara sia che si tratti di un maschio sia di un’altra bimba. 
I ragionamenti del caso li abbiamo fatti anche questa volta, speriamo di aver scelto correttamente!

Discussion4 commenti

  1. Qui la nascita è prevista per primi di maggio e del nome ancora non c’è traccia…per un patto condiviso, dovrebbe scegliere il papà stavolta, chiaramente sotto la mia supervisione, ma da quando sono incinta, ne ha detti 50!!!

    • mi sembrava che fossimo “nella stessa barca”, anche se hai dato il compito a lui sicuramente avrai qualche preferenza, vero? Dimenticavo, bella l’intervista su BB Mag. di ieri!

  2. Scusami ma quel post me l’ero persa e ti faccio subito tantissimi augri. Avete dato un nome bellissimo a Ginevra, sicuramente non sbaglierete. Un abbraccio.

    PS: Mi figlio ha il nome del nonno paterno Ferdinando, gli ho dato questo nome perchè mi piaceva tanto.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.