Biscotti che vogliono somigliare alle “Macine”

0

Il 1 maggio è stata una giornata strana: ha piovuto al mattino, poi ha smesso, poi stava per uscire il sole, poi il cielo è diventato tutto nero…insomma difficile programmare un’uscita e così mi sono inventata i biscotti!

In che senso?

Nel senso che era da un pò che volevo provare a fare dei biscotti che, vagamente, potessero assomigliare alle Macine del Mulino Bianco (che peraltro io trovo buonissimi!!!) e così ho iniziato a cercare l’ispirazione nel web e sono partita da quella che è la “casa” delle Macine. Poi, come sempre accade quando mi trovo a realizzare una ricetta, ho fatto dei tagli e delle variazioni a seconda di quello che avevo in casa.

Il risultato è stato buono e soprattutto sono riuscita a coinvolgere la Pupa che è stata molto contenta di questo nuovo gioco!
Dimenticavo, non sono riuscita a dare ai biscotti la forma “originale” perchè la Pupa ha preferito realizzare tante forme diverse!

Ingredienti:

  • 200g farina 00
  • 50g frumina
  • 50g panna
  • 70 g zucchero
  • 40g burro
  • 1 uovo
  • 1 busta di vanillina
  • 1/2 b ustina lievito
  • pizzico sale

Prendere una ciotola e mettere: la farina, la frumina, lo zucchero, il lievito, la vanillina e il pizzico di sale.

Aggiungere il burro freddo di frigo e tagliato in pezzi piccoli, iniziare a mescolare (io per la verità ho messo tutto nel robot da cucina).
Aggiungere l’uovo e la panna e continuare a mescolare fino a quando il composto avrà assunto la forma di una palla.
Prendere il composto e stenderlo su un piano infarinato e, con l’aiuto di tanti tagliabiscotti (di un bicchiere se si vuole riprodurre la forma originale), dare forma ai biscotti e metterli sulla placca del forno su cui avrete poggiato un foglio di carta da forno.
Infornare a 180° per circa 20 minuti o fino a che la suferficie non risulti dorata
Questo post partecipa alla raccolta: Biscotto per la mia colazione del blog La Cucina di Irina

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.